Mercoledì, 25 Giugno 2014
Roma

 

Il 25 giugno alle 14:30, presso l’aula magna del Centro ELIS, si è tenuto il seminario sul tema del Rilancio Occupazionale attraverso l’apprendistato.  

Al convegno hanno partecipato Istituzioni, Università e Aziende che si sono confrontate anche sul tema del lavoro alle luce della legge 78/2014 recante disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell'occupazione. 

Obiettivo dell’apprendistato a scuola è consentire agli studenti italiani di inserirsi in un contesto aziendale già prima della conclusione del loro percorso scolastico e del diploma: un’innovazione per la scuola italiana. Il Centro ELIS dagli anni ’80 realizza progetti che prevedono l’”on the job” sia nei propri corsi di formazione professionale (ad esempio in quelli triennali sono previste 450 ore di alternanza Scuola-Lavoro delle circa 3.000 ore totali di formazione), sia come promotore, all’interno delle più di 150 Scuole italiane convenzionate (soprattutto Centro e Sud Italia), di progetti che prevedono periodi di alternanza Scuola-Lavoro nei quali i giovani entrano in contatto con le aziende attraverso tirocini e realizzazione di project work.
Le modifiche introdotte dalla legge 78/2014 dovrebbero favorire ancora di più la realizzazione di questi progetti, permettendo a scuole, imprese e centri di formazione come ELIS di inserire sempre più giovani nel mondo del lavoro.

Ha aperto i lavori del seminario organizzato dal Centro ELIS il Prof. De Luca Tamajo, professore di Diritto del Lavoro che ha offerto "Il quadro della nuova normativa per il rilancio occupazionale".  "Possiamo affermare che dopo tanto parlare anche in Italia è sbocciata la stagione della flessibilità" ha affermato il prof. De Luca Tamajo spiegando che "fino al 2010 il diritto del lavoro ha mantenuto un'impronta garantista. Negli ultimi tre anni c'è stata un' esplosione della flessibilità. In un momento di crisi i vincoli al contratto a termine avrebbero portato a dei limiti anche a queste forme di accesso al lavoro. Il job act e la legge delega prevedono la costruzione di un contratto indeterminato a tutele progressive. Nei primi tre anni è prevista la licenziabilità, dal terzo anno è prevista la tutela della stabilità.  La legge prevede limiti temporali e quantitativi. Il contratto a termine non può avere una durata superiore a 36 mesi per la stessa attività lavorativa. Se si cambia attività lavorativa il contatore ricomincia a girare. È prevista quindi una grande liberalizzazione.   I contratti a termine non devono essere superiori al 20% dei contratti di lavoro a tempo indeterminato.  L'altra iniziativa del governo, la "garanzia giovani" offre a tutti i giovani sotto i 29 anni un'attenzione personalizzata. La ricerca del lavoro non viene così lasciata all’ambito familiare, ma viene presa in carico dai centri per l'impiego. Le agenzie per il lavoro saranno premiate se riusciranno ad accompagnare il giovane verso un attività lavorativa.  Sarebbe opportuna un assestamento più armonico della legislatura del lavoro". 

È seguita una tavola rotonda sul tema  
«Agevolazioni e soluzioni operative».

È intervenuto alla tavola rotonda il prof. Michel Martone, Professore Ordinario di Relazioni Industriale e Diritto del Lavoro, presso la LUISS Guido Carli che ha affermato "Non si è ancora compiuta la transizione da un diritto del lavoro ideologico ad un diritto di lavoro pragmatico. Non sono le leggi che creano occupazione, le riforme non sono giuste o sbagliate ma dipendono dal contesto nel quale si applicano." L'ex viceministro del lavoro ha affermato inoltre che per creare lavoro è importante il ruolo delle imprese che assumono risorse che devono essere preparate "il lavoro si crea dal basso attraverso strutture che tramandano e insegnano a lavorare così come fa il Centro ELIS.” 

Il Prof. Paolo Stern, Professore presso Link Campus University, Consigliere del Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ha parlato di come il contratto di apprendistato si inserisce all’interno della nuova normativa.

Ha chiuso il dibattito la dott.ssa Marina Irace, Direttore Risorse Umane Almaviva S.p.A. che parlato del piano di assunzioni messo in atto da Almaviva negli ultimi anni “tra il 2009 e il 2011 abbiamo attuato un grande piano di assunzioni con contratti di apprendistato professionalizzante per 279 persone. Abbiamo fatto gran parte della formazione presso il Centro ELIS. Dopo il 2011 abbiamo assunto tutti gli apprendisti e stipulato nuovi contratti di apprendistato. Possiamo definire il nostro progetto vincente”.


Chiusa la prima fase dei lavori, i partecipanti sono stati direttamente coinvolti in tavoli di lavoro tematici durante i quali hanno potuto approfondire alcuni aspetti, quesiti e proposte che hanno poi presentato direttamente ai relatori. I partecipanti si sono poi confrontati con l’Avv. Federica Paternò – Partner dello studio Toffoletto De Luca Tamajo e Soci.
 
L’alternanza Scuola-Lavoro: i numeri 
Nell’ultimo periodo (2012-2014) i progetti di formazione ELIS conclusi poi con un contratto di apprendistato sono stati circa 500 ed hanno coinvolto studenti delle scuole e giovani universitari su varie tematiche. Ad esempio il progetto organizzato con Saipem del gruppo Eni ed eFM ha permesso l’inserimento di 43 giovani provenienti da Istituti Tecnici e professionali del Centro e Sud Italia; 200 apprendisti sono stati inseriti dopo il trasferimento di competenze sui linguaggi di programmazione e certificazioni informatiche; 150 apprendisti nel settore della manutenzione, dell’elettronica ed elettrotecnica, saldatura, sicurezza; 50 apprendisti nell’ambito dell’ Amministrazione del personale e preparati su normativa, sicurezza e privacy.

Agenda Evento: 

14:30    Caffè di benvenuto

14:45   Relazione introduttiva: "Il quadro della nuova normativa per il rilancio occupazionale"
Prof. De Luca Tamajo, Professore ordinario di Diritto del lavoro presso l’Università di Napoli Federico II

15:45    Tavola rotonda: «Agevolazioni e soluzioni operative»
Prof. Michel Martone, Professore Ordinario di Relazioni Industriale e Diritto del Lavoro, presso la LUISS Guido Carli 
Prof. Paolo Stern, Professore presso Link Campus University, Consigliere del Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro
Dott.ssa Marina Irace, Direttore Risorse Umane Almaviva S.p.A.

16:45    Tavoli di lavoro: Approfondimenti tematici

17:15    Sessione generale: modera l’Avv. Federica Paternò – Partner dello studio Toffoletto De Luca Tamajo e Soci

18:00    Conclusione