ELIS rilancia la 2° edizione di MANAGEMENT RELOADED, programma di confronto e scambio di PRATICHE MANAGERIALI fra GRANDI IMPRESE.

Il suo scopo è stimolare il Management a riporto della Prima Linea ad un approccio maggiormente capace di COGLIERE, INTERPRETARE E VALORIZZARE LE TRASFORMAZIONI che si stanno manifestando all’interno e all’esterno delle imprese.

Prenderanno parte all’iniziativa MANAGER riporti diretti dei C-LEVEL.


IL PROGETTO

Il progetto è stato disegnato da uno STEERING di HR DIRECTOR e si realizza attraverso 4 WORKSHOP COLLABORATIVI moderati da ADVISOR di eccellenza. 

 

Il percorso è integrato da 3 incontri di “SHARING EXPERIENCE MEETING” tra manager partecipante e C-Level,  con finalità di confronto utile al manager  per contestualizzare e personalizzare l’apprendimento emerso da ciascun workshop (“what’s in it for me?”).

Il progetto integrerà la formazione dei manager con brevi incontri per i C-level. Verranno organizzati 3 BREAKFAST di condivisione e networking nei giorni di workshop in cui saranno affrontati i tema e i contenuti che verranno trasferiti ai manager partecipanti.


AZIENDE PROMOTRICI

 


C-FACULTY

Ciascun workshop vedrà il coinvolgimento di C-Level e CEO che costituiscono la FACULTY del programma. Di seguito i C-level che contribuiranno in questa edizione 

Paola BoromeiVincenzo de LisiDomenico LabiancaMarco Patuano​​​​​​


LA METODOLOGIA

Il WORKSHOP COLLABORATIVO è una metodologia per realizzare un'occasione di incontro e confronto, stimolando una riflessione mirata ad individuare gli elementi di eccellenza, le aree di miglioramento e le possibili soluzioni di intervento per migliorare l'efficacia del singolo e del gruppo.

La partecipazione dei C-Level permette di avere un contributo «alto» del tema, che viene approfondito e integrato da un Advisor, figura di spicco nello specifico tema che ha la possibilità di facilitare l’apprendimento della tematica. I vari momenti di team working presenti permettono un apprendimento tra pari arricchito dal confronto che scaturisce dalle differenti realtà aziendali.


TEMATICHE 

TRAFORMAZIONI NEI MODELLI DI BUSINESS ⇒ i passi della 1° giornata

Sensibilizzare ai nuovi approcci all’innovazione dei modelli di business attraverso l’analisi di scenari e casi notevoli, con particolare focus sulle opportunità offerte dal digitale. Momenti di lavoro in gruppo permetteranno di applicare le metodologie apprese e di discutere criticamente le caratteristiche di mindset che permettono di catturare il valore liberato grazie alle nuove tecnologie.

ADVISOR: CESARE COLOMBO. Responsabile della divisione “Digital Interaction & Visual Experience” in Cefriel, dove da circa 20 anni opera in progetti di innovazione a livello nazionale e internazionale. I suoi attuali ambiti di lavoro sono principalmente orientati al settore dei media, della mobilità, degli ecosistemi digitali e, in generale, alla gestione di progetti complessi nell’ambito della Digital Innovation.
Laureato con lode in Ingegneria Informatica presso il Politecnico di Milano, ha successivamente conseguito un Master in Information Technology. Nell’ambito delle sue attività in Cefriel è frequentemente coinvolto in percorsi di formazione sulle tematiche delle tecnologie digitali e dell’innovazione.

ADVISOR: GIULIO FERRETTI. Senior Manager di Cefriel, attivo nei progetti di strategia e organizzazione dell’innovazione. Laureato a pieni voti in Ingegneria Elettronica ha conseguito un Master in Telemedicina e un MBA full-time con specializzazione in Corporate Finance. La sua esperienza lavorativa nasce nella ricerca e sviluppo, in Philips; dopo un periodo in una start-up di telemedicina, approda alla consulenza dove si specializza nei progetti all’intersezione tra business e tecnologia, in particolare nel settore dell’editoria, sia in Italia sia all’estero. Responsabile dell’area di marketing e comunicazione di Cefriel, è inoltre coinvolto frequentemente come lecturer sulle tematiche della gestione dell’innovazione e facilitatore in workshop creativi.

 


TRAFORMAZIONI NELLE ORGANIZZAZIONI ⇒ i passi della 2° giornata

Il nuovo quadro tecnologico, la globalizzazione, l’affermarsi di forme di forme di lavoro 'agile' e 'liquido', portano a dover ripensare le relazioni interne, la costruzione della cultura aziendale, la formazione e la comunicazione interna. Sono oggi alla nostra portata nuove modalità di sviluppo personale ed organizzativo, di guida e di indirizzo, di ricerca del coinvolgimento dei collaboratori e dell'assunzione di responsabilità personali.

Luca SolaADVISOR: LUCA SOLARI. Professore ordinario di Organizzazione aziendale presso l'Università degli Studi di Milano e autore di numerosi libri, articoli e saggi sui temi del management e del lavoro, pubblicati in Italia e all’estero. Cura due blog, uno in inglese (The Corporate Sense Maker) e uno in italiano (Tutto di Personale) ed è molto attivo su Twitter, Facebook e LinkedIn. Si occupa di management, di innovazione strategica collegata ai modelli di gestione delle risorse umane e di cambiamento istituzionale ed organizzativo in relazione alla diffusione delle nuove tecnologie con una particolare attenzione a come cambia il mondo del lavoro.  Opera a supporto delle imprese come Corporate Sensemaker sia su percorsi di cambiamento, sia sul disegno dei percorsi di sviluppo e formazione con un approccio di Collaborative Management Research.  Ha rivestito il ruolo di Delegato del Rettore per la Formazione Permanente e Continua ed è stato membro del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Milano.


TRAFORMAZIONI NELLA MANAGERIALITA'

Potremo far fronte alle trasformazioni, accettandole e traendone vantaggio, se sapremo trasformare noi stessi in relazione al nuovo contesto. Le trasformazioni in atto ci mettono di fronte ad una organizzazione in forma di rete. Il manager, nodo cruciale della rete, è protagonista, imprenditore del proprio apprendimento e agente di apprendimento e trasformazione anche per le persone che lo circondano. Quando il campo di gioco cambia (molto repentinamente), cambiamo il nostro modo di giocare o attendiamo che torni il “gioco di una volta”?

Francesco VaraniniADVISOR: FRANCESCO VARANINI. Consulente e formatore su temi quali formazione per il cambiamento, sviluppo organizzativo con approccio etnografico, Knowledge Management e ICT. Fondatore e Direttore Responsabile di 'Persone & Conoscenze‘ (Rivista mensile dedicata alla Direzione e allo Sviluppo del Personale. "La rivista di chi investe su se stesso"). Presidente Delegazione Lombardia AIF Associazione Italiana Formatori; Docente a contratto presso Corso di Laurea Interfacoltà in Informatica Umanistica presso l’università di Pisa; Direttore Scientifico Assoetica (Associazione no profit per la diffusione dell'etica del lavoro e degli affari).

 


TRASFORMAZIONI E MODELLI DI LEADERSHIP FOR INNOVATION

Giungere alle conclusioni del percorso svolto con un focus su temi di Leadership for innovation in business models al fine di definire rispetto al tema quali azioni deve mettere in campo un team manageriale per affrontare queste sfide con successo.

ADVISOR: FILIPPO PASSERINI. Nato a Roma nel 1957, si laurea in Scienze Statistiche e Ricerca Operativa. Dal 1981 in Procter&Gamble dove avvia il suo percorso professionale nel Gruppo. Già Group President, Global Business Services (GBS) e Chief Information Officer di P&G. Con la sua squadra di 6.000 colleghi e 8.000 partner è responsabile del delivery di più di 170 soluzioni e servizi per i dipendenti della società in 70 paesi. Ha guidato l’integrazione dei gruppi IT and Services di P&G verso GBS, una delle organizzazioni di shared services più grandi e avanzate al mondo. L’esperienza di leadership comprende category, country, e marketing general management, e attribuisce alla sua esposizione diversificata al business una delle chiavi di successo nel creare relazioni con i leader inter-funzionali. È riconosciuto come leader mondiale  di pensiero su ICT e shared services, ha ricevuto numerosi premi tra cui Fisher-Hopper alla carriera in CIO Leadership, Shared Service Thought Leader of the Year, Information Week’s Chief of the Year. È membro del CIO Hall of Fame.

 

>> Il racconto della 1° ED. di Management Reloaded <<