MANAGEMENT RELOADED è un programma di CONFRONTO e SCAMBIO PRATICHE MANAGERIALI fra GRANDI IMPRESE.

Il suo scopo è stimolare il Management a riporto della Prima Linea ad un approccio maggiormente capace di COGLIERE, INTERPRETARE E VALORIZZARE LE TRASFORMAZIONI che si stanno manifestando all’interno e all’esterno delle imprese.

Prenderanno parte all’iniziativa 21 MANAGER riporti diretti dei C-level.


IL PROGETTO

Il progetto è stato disegnato da uno STEERING di HR DIRECTOR e si realizza attraverso 4 WORKSHOP COLLABORATIVI moderati da ADVISOR di eccellenza.

Il percorso è integrato da 3 “SHARING EXPERIENCE MEETING” tra manager partecipante e C-Level,  con finalità di confronto utile al manager  per contestualizzare e personalizzare l’apprendimento emerso da ciascun workshop (“what’s in it for me?”).


AZIENDE PROMOTRICI


C-FACULTY

La FACULTY che interverrà in ciascun Workshop è composta unicamente da C-Level  

Paola BoromeiMarco BragadinBob KunzeElisa CrottiVincenzo de LisiMaximo IbarraMarco PatuanoClemente PerroneGiorgio_Pivetta


LA METODOLOGIA

Il WORKSHOP COLLABORATIVO è una metodologia per realizzare un'occasione di incontro e confronto, spingendo una riflessione mirata ad individuare gli elementi di eccellenza, le aree di miglioramento e le possibili soluzioni di intervento per migliorare l'efficacia del singolo e del gruppo.

La partecipazione dei C-Level permette di avere un contributo «alto» del tema, che viene approfondito e integrato da un Advisor, figura di spicco nello specifico tema che ha la possibilità di facilitare l’apprendimento della tematica.

I vari momenti di team working presenti permettono un apprendimento tra pari arricchito dal confronto che scaturisce dalle differenti realtà aziendali.


TEMATICHE

ORGANIZZAZIONE

Luca Sola

Il nuovo quadro tecnologico, la globalizzazione, l’affermarsi di forme di forme di lavoro 'agile' e 'liquido', portano a dover ripensare le relazioni interne, la costruzione della cultura aziendale, la formazione e la comunicazione interna. Sono oggi alla nostra portata nuove modalità di sviluppo personale ed organizzativo, di guida e di indirizzo, di ricerca del coinvolgimento dei collaboratori e dell'assunzione di responsabilità personali.

ADVISOR: LUCA SOLARI è professore ordinario di Organizzazione aziendale presso l'Università degli Studi di Milano e autore di numerosi libri, articoli e saggi sui temi del management e del lavoro, pubblicati in Italia e all’estero. Cura due blog, uno in inglese (The Corporate Sense Maker) e uno in italiano (Tutto di Personale) ed è molto attivo su Twitter, Facebook e LinkedIn. Si occupa di management, di innovazione strategica collegata ai modelli di gestione delle risorse umane e di cambiamento istituzionale ed organizzativo in relazione alla diffusione delle nuove tecnologie con una particolare attenzione a come cambia il mondo del lavoro.  Opera a supporto delle imprese come Corporate Sensemaker sia su percorsi di cambiamento, sia sul disegno dei percorsi di sviluppo e formazione con un approccio di Collaborative Management Research.  Ha rivestito il ruolo di Delegato del Rettore per la Formazione Permanente e Continua ed è stato membro del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Milano.


MODELLI DI BUSINESS

Jacopo Mele

Si parla di digital transformation, o ancora di digital disruption: si tratta di una evoluzione che si è manifestata nel corso dell'ultimo mezzo secolo, ma che ora si manifesta con una forte accelerazione. Il “Digital” è andato oltre la sola tecnologia: sta permettendo di ripensare i modelli di business, la produzione e il servizio. Cosa accade in organizzazioni leggere, appoggiate su piattaforme digitali? Quali azioni possiamo generalizzare e cosa apprendere per organizzazioni più complesse e strutturate?

ADVISOR: JACOPO MELE. Digital Life Coach. Con la passione di esplorare le nuove soglie dell'innovazione attraverso i network di persone e le nuove tecnologie. Ha scritto le prime righe di codice a 7 anni, a 12 anni, ha iniziato a sviluppare siti web. Più avanti, a 15 anni, ha iniziato a produrre video musicali che hanno raggiunto più di 15 milioni di visualizzazioni. Tutto questo lo ha portato a studiare marketing. Contemporaneamente, assieme al suo team Uzenzu, sviluppava app mobile. Compiuti 18 anni, è entrato nel mondo della consulenza per aiutare i manager delle aziende nelle scelte strategiche. Da allora, mentre continuava a lavorare come consulente, è stato nominato Presidente della Fondazione Homo Ex Machina e invitato a far parte del Board Junior di Prioritalia - un’associazione che rappresenta 500,000 manager italiani. Ad oggi, è Chief Strategist di Bioimis - una piattaforma di nutrizione personalizzata - e Managing Partner di YourDigital - una boutique di consulenti specializzati in Digital Transformation. Nel 2016 Forbes lo ha scelto come uno dei 30 europei più influenti sotto i 30 anni. Nel 2017 Wired lo ha menzionato tra le 50 persone del mondo a guardare nel 2017.


MANAGERIALITA’ E APPRENDIMENTO

Francesco Varanini

Potremo far fronte alle trasformazioni, accettandole e traendone vantaggio, se sapremo trasformare noi stessi in relazione al nuovo contesto. Le trasformazioni in atto ci mettono di fronte ad una organizzazione in forma di rete. Il manager, nodo cruciale della rete, è protagonista, imprenditore del proprio apprendimento e agente di apprendimento e trasformazione anche per le persone che lo circondano. Quando il campo di gioco cambia (molto repentinamente), cambiamo il nostro modo di giocare o attendiamo che torni il “gioco di una volta”?

ADVISOR: FRANCESCO VARANINI. Consulente e formatore su temi quali formazione per il cambiamento, sviluppo organizzativo con approccio etnografico, Knowledge Management e ICT. Fondatore e Direttore Responsabile di 'Persone & Conoscenze‘ (Rivista mensile dedicata alla Direzione e allo Sviluppo del Personale. "La rivista di chi investe su se stesso"). Presidente Delegazione Lombardia AIF Associazione Italiana Formatori; Docente a contratto presso Corso di Laurea Interfacoltà in Informatica Umanistica presso l’università di Pisa; Direttore Scientifico Assoetica (Associazione no profit per la diffusione dell'etica del lavoro e degli affari).