Submitted by f.caponera on Gio, 06/21/2018 - 18:29

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Innovation Day: vince un sistema di recruiting 3.0.

 

L’Innovation Day è la fiera tecnologica degli studenti ELIS con progetti di innovazione destinati a migliorare la vita delle persone e delle organizzazioni e da oggi ha il suo nuovo progetto vincitore: Zarathustra – Smart Recruiting, delle aziende FSI, ACEA, A2A, SAS nel cluster Big Data & Machine Learning.

Zarathustra è un programma che semplifica la quotidianità delle divisioni HR. "Esegue lo screening di 15mila candidature - ci spiega Roberto Chiari di FSI - grazie ad una machine learning che interpreta i CV". L’analisi viene eseguita distintamente nelle macroaree delle hard skills e delle soft skills tanto richieste dalle aziende.

"Non vediamo l'ora di verificare in che modo questo progetto può essere messo in campo - dice Fabiana Berno, HR Manager e Business Development Acea - e stiamo mettendo a punto una fase di sperimentazione interna". Della stessa idea Sebastiano Silvestri di A2A - “L’obiettivo è quello di integrare il sistema nel nostro processo aziendale ottimizzando la fase di recruiting” – e Fabrizio Padua di SAS – “Sono contento per i ragazzi che hanno dato a questo progetto tutto quello che potevano acquisendo, in pochi mesi, le competenze necessarie per la realizzazione del prototipo”.

L’evento, all’interno del Semestre InfrateI, è ormai una tradizione e quest'anno ha visto la partecipazione di 53 aziende, davanti ad una platea di circa 400 visitatori.  "L'unione tra aziende e innovazione è una cosa straordinaria ed in ELIS sappiamo che accade". Lo ha detto Maurizio Decina, Professore Emerito del Politecnico di Milano e Presidente dell’attuale semestre ELIS.

"E’ un appuntamento ricorrente straordinario - racconta Luisa Di Vitta di Nissan - e ogni anno c’è una forma di innovazione che ci colpisce". “Elis è un’incredibile piattaforma sia sul piano tecnologico che su quello umano e sociale – spiega Giovanni Ferigo, AD di Inwit - perché oltre a proporre soluzioni innovative alle esigenze del mercato, è capace di aggregare i giovani formandoli al lavoro e contribuendo al futuro della nostra società”.

Per un ulteriore sguardo sul futuro, è stato richiesto alle aziende presenti di lanciare i progetti del 2019. “L’obiettivo dei prossimi anni – ha detto Eduardo Perone di Huawei – deve essere quello di rafforzare il passaggio dalla proof of concept alla proof of business”.

"Sono senza parole - conclude Luisa Arienti, AD di Sap Italia - ed è una cosa che mi capita davvero raramente".

I progetti presentati sono stati 55, legati a 7 perimetri di innovazione: Cybersecurity & Blockchain, Big Data & Machine Learning, Business Process Re-engineering, Software Development & Augmented/Virtual Reality, Open Innovation, Internet of Things, People Management & Digital Communication e altrettanti sono i settori industriali coinvolti: Energy, Manifacturing, Transportation, Infrastructure, Insurance, Banking & Finance, Telco.

I progetti vincitori negli altri cluster sono stati: Studio di fattibilità sull’utilizzo della Blockchain per l’identità delle persone e delle cose (TRUST TECHNOLOGIES), A model of tower information (INWIT), Family Console (SOLDO), Smart Stations, ( FSI con Sirti e Verde 21), Wind Blades Monitoring, (ENEL, EUROTECH, ST, SED SOLUZIONI), Lusso in tasca.

 

Per la galleria completa clicca qui.