Giovani e lavoro, i nostri 50 anni di esperienza sono stati premiati: ELIS è uno dei soci fondatori del Centro di Competenza ARTES 4.0.

11 Dic 2018 - 15:30

Il progetto dei nostri fondatori immaginava ELIS non come una realtà chiusa, ma come un vero network di persone e di attività, capace di rispondere a bisogni sociali complessi e diversificati. Oggi dopo oltre 50 anni continuiamo a portare avanti questi valori favorendo lo sviluppo di idee e dialogo tra grandi e piccoli.

Il progetto Artes 4.0, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, va in questa direzione e vede ELIS socio fondatore, al fianco di altre 22 realtà nazionali e internazionali, come la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e l’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Il progetto prevede la costituzione di 8 Centri di Competenza ad alta specializzazione su tematiche dell’Industria 4.0, nella forma di partenariato pubblico-privato.
Proprio ieri la firma che ha ufficializzato la nostra adesione. Da adesso inizia la sfida di un network impegnato su tre fronti: orientamento alle imprese sui temi dell’Industria 4.0, formazione al personale e ai giovani e supporto all’innovazione.

“ARTES 4.0” inizierà ad operare nel 2019 dedicandosi alla realizzazione di progetti di ricerca applicata, di trasferimento tecnologico e di formazione sulla robotica avanzata e sulle tecnologie digitali abilitanti collegate.

Del network ARTES 4.0, fanno parte 13 fra università e centri di ricerca,146 imprese e 9 altri organismi, con una copertura completa del territorio nazionale e una proiezione internazionale su tematiche selezionate di alta specializzazione.

In linea con i nostri principi, l’obiettivo dei Centri di Competenza è quello di porsi da tramite e favorire l’incontro tra l’offerta di ricerca presente nelle Università italiane e la domanda di innovazione delle imprese.

 

TIM Box Hackathon Data Analytics

3 Dic 2018 - 16:30

TIM Box Hackathon Data Analytics, creatività e analisi dati per migliorare l’entertainment @home.

ELIS insieme a TIM, Movenda, Pangea Formazione e Crisma, ha organizzato la seconda edizione del #TIMBoxHackathon, il contest dedicato allo sviluppo di servizi basati sul Data Analysis applicabili al dispositivo TIM Box.

L’iniziativa ha coinvolto il mondo degli sviluppatori software e dei programmatori per stimolare la creazione di servizi innovativi utilizzabili attraverso il TIM Box, il decoder che consente di vivere al meglio contenuti e servizi, offrendo un'esperienza ancora più coinvolgente grazie alle nuove funzionalità introdotte.

Approfondisci qui.

Inaugurazione Anno Formativo - Nasce il Sistema Scuola-Impresa

19 Nov 2018 - 11:30

Consorzio ELIS - Nasce il Sistema Scuola-Impresa.
La firma di ACEA nel nuovo semestre di Presidenza. Il sostegno del Vice Ministro Fioramonti.
In arrivo 100 Role Model al femminile, le “influencer” d’azienda capaci di ispirare i giovani.

 

La galleria immagini: https://bit.ly/2QRu7sS

 

Il 54° anno formativo ELIS si apre nel segno di quel filo rosso che collega “grandi e piccoli” e che caratterizza da oltre 50 anni l’attività formativa di via Sandro Sandri, al Tiburtino. Nasce il Sistema Scuola-Impresa: più di 30 grandi aziende e 100 scuole in tutta Italia per ispirare, orientare e appassionare i giovani sul tema del futuro, partendo dall’esperienza diretta di oltre 100 professioniste d’azienda. Stefano Donnarumma, AD di ACEA e Presidente di turno del semestre ELIS, lancia il progetto “Sistema Scuola-Impresa” per contribuire all’innovazione del sistema educativo nazionale, mettendo al centro lo studente nella scoperta dei propri talenti e orientamento al lavoro. Tutto questo all’interno di un evento in cui gli studenti ELIS conseguono il diploma finale, vengono rinnovate le nomine degli oltre 100 Fellow e dieci buone notizie del mondo ELIS vengono raccontate da altrettanti giovanissimi.

Presente Lorenzo Fioramonti, Vice Ministro del MIUR, che plaude al Sistema Scuola – Impresa di ELIS. “Il Ministero farà da cassa di risonanza per questo progetto. Noi siamo pronti ad integrare nel sistema nazionale progetti pilota virtuosi, come questo”.

 

Roma, 17 novembre 2018 – La scuola del futuro inizia con un’assunzione di responsabilità da parte delle imprese, che si preparano a ricoprire un ruolo chiave nel processo educativo di circa 100mila studenti. “Molti di loro – dice Pietro Papoff, Direttore del Consorzio ELIS - non sanno ancora cosa vogliono diventare da grandi. Il bombardamento mediatico, i pregiudizi di genere, il fantasma di una crisi perenne allontanano troppo spesso i giovani dai loro sogni. È proprio lì che le aziende, con le loro persone, possono fare la differenza mostrandosi ai giovani, e chiedendo a tutti loro di non rinunciare ai talenti che sentono di avere”. Qui entrano in gioco le Role Model, oltre 100 professioniste che incontreranno gli studenti delle 100 scuole aderenti raccontando il proprio lavoro e il percorso umano e professionale.

“Per me la presidenza di ELIS rappresenta un impegno importante, da assolvere con dedizione e cura” ha dichiarato Stefano Donnarumma, AD di ACEA e neo Presidente del Semestre di ELIS, in occasione dell’inaugurazione dell’anno formativo 2018/2019 del consorzio. Donnarumma ha poi aggiunto: “La Business Community non vuole e non deve restare indifferente al tema della formazione dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro, soprattutto in un contesto come quello attuale dove la tecnologia impone ritmi di apprendimento sempre più veloci e sfidanti. E’ con questo presupposto che con il percorso che si apre oggi, diamo il via al progetto Sistema Scuola-Impresa che si pone l’obiettivo di sviluppare il rapporto tra studenti e aziende. Le imprese del Consorzio - ha proseguito il neopresidente - hanno selezionato al loro interno 100 professioniste ambasciatrici, che ELIS ha battezzato Role Model per “ispirare” gli studenti che affrontano la difficile scelta dell’ingresso nel mondo del lavoro. Ciò avverrà grazie ad un programma di incontri presso Istituti scolastici in tutta Italia. La  finalità del progetto è guidare i giovani talenti alla cultura del lavoro creativo e sviluppare in loro le cosiddette soft skills, quell’insieme di qualità, quali il pensiero indipendente, il lavoro di squadra e l’empatia, che permettono di imparare ad imparare. In Acea abbiamo già attivato percorsi di formazione che coinvolgono il mondo della scuola, come il progetto Ideazione, in virtù del quale alcuni esperti e tecnici di ACEA hanno trasferito agli studenti delle scuole partecipanti, le proprie conoscenze e quei principi cardine alla base di un nuovo modo di fare impresa”. “Il mio auspicio - ha concluso Donnarumma - è che tali esperienze possano essere di ispirazione per il lavoro che con ELIS svolgeremo nei prossimi mesi”.

I temi principali dell’intervento di Lorenzo Fioramonti, Vice Ministro del MIUR.

“Lieto di essere qui, lo dico senza retorica. Un luogo periferico in cui la formazione fa la differenza per tutto il quartiere”. Alla domanda “come cambia la scuola?” risponde: “la scuola, ad oggi, non cambia. Rispetto a 100 anni fa tutto è cambiato intorno a noi, ma il modello scolastico è rimasto lo stesso. La sfida è concepire la formazione come un processo integrato. Non deve essere solo la scuola ad educare, altrimenti la carichiamo di responsabilità senza darle gli strumenti giusti. Deve aprirsi a tutte le componenti della società, per recepire e restituire input, proprio come fa ELIS. Vorremmo che la scuola fosse al centro di un ecosistema. Le aziende, in questo processo, ricoprono un ruolo importante. Possono dare e prendere molto dal rapporto con le scuole. Penso che gli studenti sappiano fare domande che i professionisti non si fanno più. Quelle domande sono fondamentali”. Sul progetto Sistema Scuola-Impresa: “Possiamo e dobbiamo collaborare. Il Ministero farà da cassa di risonanza. La nostra idea è integrare nel sistema nazionale progetti pilota virtuosi”.

Sistema Scuola - Impresa, della durata di due anni, avrà una parte “inspirational”, con le Role Model che incontreranno gli studenti e con eventi divulgativi e visite negli stabilimenti, e una parte orientata al trasferimento di competenze, con 4 focus specifici: digital soft skills, dialogo generazionale, valorizzazione del ruolo del docente, robotica e coding.

Questi moduli applicativi sono promossi da A2A, Acea, Accenture, Almaviva, Alstom, Arriva, Ashoka, Atos, Campari, Cattolica, Cefla, Cisco, Enel, Eni, EY, Generali, Hitachi, Iren, Italtel, Leonardo, Manpower, Open Fiber, Oracle, Poste Italiane, Rai, Randstad, Sas, Snam, Terna, Tim, Vodafone, Wind 3, in partnership con SDA Bocconi, Luiss,  Liuc, Università di Modena e Reggio, Fondazione RUI, Valore D, Skuola.net.

“Filosofia & Design Thinking”, un programma di formazione alle “digital soft skills”, che ha per finalità quella di inserire in azienda giovani laureandi/laureati in Filosofia e Scienze Umanistiche attraverso esperienze on the job.

“Fare Scuola”, il cui obiettivo è fornire ai docenti italiani strumenti all’avanguardia per formare gli studenti ad affrontare efficacemente il mondo del lavoro. In tal senso verranno messe a disposizione dei docenti non soltanto conoscenze ed esperienze, ma anche le sedi delle aziende coinvolte, avvalendosi altresì di competenze esterne per tematiche più specifiche.

"Inter-generation Lab", un progetto di formazione dei dipendenti, che si propone di migliorare l’attitudine all’innovazione delle persone in azienda attraverso la contaminazione di esperienze e conoscenze all’interno di team misti, formati da dipendenti, studenti, docenti di istituiti superiori e ricercatori universitari, valorizzando così la diversità intergenerazionale.

"Tech Camp", un workshop di robotica e coding dedicato ai figli dei dipendenti, che ha per obiettivo quello di avvicinare i ragazzi alle materie scientifiche e tecnologiche, stimolando in loro proattività e cultura imprenditoriale.

Ai progetti per il prossimo futuro fanno eco, nella ricca giornata di oggi, anche 10 buone notizie raccontate live da altrettanti studenti, di diversi ambiti formativi, con un focus specifico sul mondo del sociale, che da sempre caratterizza la mission di ELIS. Storie di ragazzi a cui l’esperienza di formazione in via Sandro Sandri ha cambiato la vita. Un passaggio di consegna tra quelli che chiudono il proprio percorso e quelli che sono appena arrivati.

“Innovazione e attenzione sociale sono le due direttrici intorno a cui è costruito l’intero progetto di ELIS. Il nostro obiettivo è consentire alle persone – specialmente quelle con meno possibilità - di disegnare il proprio progetto di vita partendo dal lavoro. Questo significa collegare studenti e aziende attraverso la formazione, mettere in contatto grandi imprese e piccole startup in tavoli di co-innovazione, intercettare le distanze sociali e cercare di annullarle offrendo ai giovani in difficoltà una prospettiva di rilancio personale e professionale”.  

A dirlo Pietro Cum, Amministratore Delegato ELIS.

 

Innovation Day 2018

21 Giu 2018 - 18:30

L’Innovation Day è la fiera tecnologica degli studenti ELIS con progetti di innovazione destinati a migliorare la vita delle persone e delle organizzazioni e da oggi ha il suo nuovo progetto vincitore: Zarathustra – Smart Recruiting, delle aziende FSI, ACEA, A2A, SAS nel cluster Big Data & Machine Learning.

Zarathustra è un programma che semplifica la quotidianità delle divisioni HR. "Esegue lo screening di 15mila candidature - ci spiega Roberto Chiari di FSI - grazie ad una machine learning che interpreta i CV". L’analisi viene eseguita distintamente nelle macroaree delle hard skills e delle soft skills tanto richieste dalle aziende.

"Non vediamo l'ora di verificare in che modo questo progetto può essere messo in campo - dice Fabiana Berno, HR Manager e Business Development Acea - e stiamo mettendo a punto una fase di sperimentazione interna". 

Approfondisci qui.

Open Italy 2018, i tre DemoDay

23 Mag 2018 - 09:30

  • 34 aziende coinvolte
  • Più di 60 esperti tra responsabili innovazioni e responsabili acquisti
  • Più di 40 tra partner e segnalatori attivi
  • 186 startup candidate, di cui 47 selezionate per i tre DemoDay
  • 5 giurie composte da 50 esperti di settore
  • 3 spazi/location di innovazione
  • 6 speaker internazionali
  • Più di 20 interviste svolte

Sono questi i numeri di Open Italy 2018, il programma ELIS così raccontato da Luciano De Propris, Innovation and Sustainability Program Manager ELIS e responsabile del progetto: «Open Italy è un sales accelerator, un progetto che avvicina il mondo delle startup al mondo delle grandi Corporate. Vogliamo far crescere il sistema dell’innovazione italiano con delle commesse, anziché con dei premi. È un ponte che creiamo attraverso dei partner che fanno questa scommessa con noi, aiutandoci a entrare in contatto con le startup distribuite su tutto il territorio italiano. Partecipano con noi molti soggetti: incubatori, acceleratori, centri universitari, centri di ricerca, business angel, venture capitalist, che sostanzialmente ci segnalano startup o piccole-medie imprese innovative di valore, quelle con cui lavorano costantemente e per le quali si sentono di spendere la loro reputazione.

Approfondisci qui

TIM BOX Hackathon 2018, ELIS e blockchain

7 Mag 2018 - 17:00

Siamo agli sgoccioli! Mercoledì 9 maggio parte TIM BOX Hackaton 2018, il contest che mette in gioco le giovani menti in sana competizione per la creazione di servizi basati sulla tecnologia blockchain ed erogabili attraverso il decoder TIM BOX.

Cos’è un Hackaton? Nasce dall’unione dei termini “hacker” e “marathon”, dura 2 o 3 giorni durante i quali vengono lanciate nuove soluzioni tecnologiche create da team nati per l’occasione. I gruppi sono composti da esperti digitali (all’occorrenza anche provenienti anche da altri settori) che mettono le proprie competenze a servizio di una o più sfide lanciate dagli organizzatori della sfida.

Approfondisci qui

ONG ELIS, ponte scuola-azienda anche in Vietnam

24 Apr 2018 - 10:30

Tra i molti Paesi in cui ELIS opera, da oltre vent’anni il Vietnam è teatro di diversi progetti messi in campo dall’Organizzazione Non Governativa del Centro. In ogni iniziativa si può individuare l’obiettivo fondante che san Josémaría Escrivá ha indicato: dare un’opportunità a chi non ne ha, attraverso la formazione e l’educazione al lavoro.

Attualmente ELIS sta operando nel Bắc Ninh, provincia sita a nord dello stato asiatico e uno dei poli della produzione industriale vietnamita, con lo scopo di contrastare la disoccupazione giovanile ponendosi tra il mondo dell’istruzione e quello del lavoro. Il progetto, dal titolo “Incremento dell'occupazione giovanile attraverso il collegamento scuola-lavoro” è nato nel 2016, attualmente al secondo anno di vita. È attivo su tre college:

  • Collegio tecnico professionale dell’economia e della tecnologia
  • Collegio tecnico professionale dell’elettromeccanica e delle costruzioni
  • Centro di Formazione Professionale e riabilitazione per Disabili

Approfondisci qui

Open Italy 2018, il primo Demo Day - 10 aprile

12 Apr 2018 - 18:00

Aziende in cerca di innovazione, startup che guardano al futuro, acceleratori e venture capitalist a tracciare la strada e il supporto della task force ELIS: l’intero ecosistema dell’innovazione in un contesto che anch’esso funge da collante: la Rome Startup Week. Questi gli ingredienti del primo DemoDay di Open Italy 2018, il programma di ELIS che ha come obiettivo supportare la crescita delle startup innovative e il processo di innovazione delle grandi aziende (nei prodotti, servizi, processi e mindset) attraverso un’alleanza tra aziende e mondo dell’innovazione. Dopo il successo della prima edizioneOpen Italy negli spazi di WEGil ha inaugurato la nuova stagione analizzando il tema dell’Open Innovation, ovvero l’apertura delle aziende a input provenienti dall’esterno per l’ottimizzazione di costi e tempi, raccontato da Marcel Bogers, Professor of Innovation and Entrepreneurship - University of Copenhagen e da Ivan Ortenzi, Chief Innovation Evangelist di BIP.

Per mantenere competitività e velocizzare i processi aziendali, le imprese hanno bisogno di stare al passo coi tempi. Le startup, invece, pur presentando grandi novità, proprio per definizione non hanno il capitale o la rete di relazioni necessari all’espletamento del proprio core. Martedì 10 aprile, le due realtà si sono incontrate per trovare una soluzione ai propri bisogni. Il business need della giornata, il campo su cui ci si è confrontati, è il Customer Engagement: l’insieme di pratiche che l’azienda mette in campo per l’acquisizione di nuovi clienti e il mantenimento degli attuali, come spiegato dallo speech di Michele Padovani, Director - Innovation & Digital Enterprise di EY, che ha anticipato le pitch session.

Incrociando gli interessi mostrati dalle aziende in precedenti scambi, per il DemoDay Customer Engagement i giudici, expert pronti a dare spunti per nuove visuali, hanno selezionato dieci startup.

Approfondisci qui

Junior Consulting, ELIS da 110 e lode

4 Apr 2018 - 17:30

L’Open Space di ELIS non lascia spazio all’immaginazione. Quando si entra, la panoramica che si presenta regala un quadro ben chiaro già dai primi attimi. Gruppi di giovani a lavoro, che si muovono da un punto all’altro della grande sala come parti di un unico sistema.
Abbiamo avuto conferma delle prime sensazioni incontrando Luigi De Costanzo, direttore di Junior Consulting, la realtà di cui l’Open Space è culla.

In un tweet, cos’è JC?

«Un acceleratore di competenze per ragazzi brillanti che vogliono entrare nel mondo del lavoro da professionisti.
All’atto pratico, Junior Consulting permette a uno studente di preparare la propria tesi di laurea su un progetto sfidante che lo metta in diretto contatto con il mondo del lavoro. Cerchiamo così di accorciare i tempi dedicati all’onboarding post universitario, facendo da ponte tra le due realtà».

Approfondisci qui

Inspiring Breakfast, tre H per l’etica aziendale

28 Mar 2018 - 17:30

Acea ha ospitato l’ultimo Inspiring Breakfast ELIS, un momento dedicato alla formazione etica rivolto a CEO e Manager di grandi e piccole aziende, con un tema discusso in 30 minuti, prima di iniziare la giornata lavorativa.

Dopo il benvenuto di Stefano Donnarumma, CEO Acea, Robert Gahl, professore associato di Etica Fondamentale della Pontificia Università della Santa Croce, ha introdotto il tema del giorno: “HumanitasHumilitas e Honestas. Il valore dell’esempio personale”. In quest’ottica, Gahl ha trattato la tematica di genere analizzandola secondo le cosiddette “tre H”, focus del meeting.

Approfondisci qui

Pagine