Guida il tuo futuro: il progetto per la guida sicura dei giovani

4 Mag 2016 - 10:30

150 ragazzi, 5 scuole superiori di alcuni quartieri romani del IV e V Municipio di Roma, sono i protagonisti del progetto “Artefici del proprio destino: GUIDA IL TUO FUTURO!”, promosso da Autostrade per l'Italia ed ELIS.

L’obiettivo del progetto è prevenire i comportamenti a rischio stradale nei giovani e promuovere una guida responsabile, ma anche dare la consapevolezza ai giovani di essere artefici del proprio destino e farli diventare testimonial di un corretto e cosciente approccio alla strada. Gli studenti, infatti, al termine del workshop realizzeranno dei video-spot che dovranno educare alla guida sicura evitando comportamenti pericolosi a rischio stradale (uso di alcol e droghe, la superficialità, la sventatezza e i gesti di sfida). Il miglior video sarà premiato nell’evento finale a settembre.

Un ruolo importante sarà ricoperto dagli insegnati che diventeranno il primo veicolo di prevenzione nelle scuole. Per ogni scuola due docenti fino alla fine di maggio parteciperanno al corso “Formazione Formatori sulla Sicurezza”, al fine di acquisire nuove tecniche per leggere meglio i “segnali spia” e approcciare nel modo più corretto le problematiche dei ragazzi. La prima giornata del corso si è tenuta al Centro ELIS il 29 aprile.

Riferimenti:
Guida il tuo futuro 

Il metodo ELIS conquista Bari: nasce il progetto ASIRID

20 Apr 2016 - 17:30

La Residenza Universitaria del Levante di Bari ha adottato il “metodo ELIS”, creando il progetto ASIRID - Alta Scuola Internazionale Residenziale per Innovatori Digitali che prevede lo sviluppo di progetti innovativi commissionati direttamente dalle aziende, esperienza lavorativa, corsi professionalizzanti, assistenza nella preparazione degli esami per aiutare lo studente a laurearsi in tre anni. Sono disponibili borse di studio. Il progetto ASIRID è rivolto alle matricole di informatica o ingegneria che studieranno all'Università Aldo Moro o al Politecnico di Bari dall'anno accademico 2016-17. 

Riferimenti: Progetto Asirid

 

Innovazione sociale per coniugare valore sociale ed economico

20 Apr 2016 - 10:30

Innovazione sociale, impresa sociale e organizzazioni ibride sono stati i temi al centro del workshop formativo Social Innovation & Social Entrepreneurship promosso da ELIS in collaborazione con IESE Business School - Center for Business in Society.

L’iniziativa, svoltasi dal 13 al 15 aprile, ha avuto l’obiettivo di fornire a imprenditori sociali e manager di organizzazioni profit e non profit strumenti strategici e gestionali per coniugare valore economico e sociale, far comprendere le opportunità dell’innovazione sociale, spiegare come creare partnership di successo tra multinazionali e imprese sociali. Docenti del workshop Antonino Vaccaro, direttore del Center for Business in Society dello IESE Business School e Tommaso Ramus, Catolica Lisbon School of Business and Economics. 

Il cambiamento sociale ed economico che stiamo vivendo porta a guardare la società in modo critico, alternativo e creativo, un problema sociale si può risolvere con un'opportunità reale di mercato, guardandolo in modo diverso.

Le aziende - ha spiegato Vaccaro - sentono la pressione sociale dei consumatori che vogliono prodotti e servizi più etici, le aziende devono prendere la direzione che va verso un dialogo tra profit e no profit”.

Sì può fare impresa e progresso sociale? A questa domanda hanno risposto nel corso della tavola rotonda, organizzata a margine della seconda giornata, Cesare Avenia, Presidente di Ericsson, Daniele Di Fausto, CEO di eFM, e Domenico Mastrolitto, segretario per il Lazio di UCID e Direttore del Campus Biomedico S.p.A.

Per Cesare Avenia “un'azienda è di successo se investe in una strategia che porta ad aumentare il capitale sociale”, Daniele Di Fausto ha illustrato il nuovo paradigma lavorativo alla base della realizzazione della nuova sede aziendale, che ha ospitato le prime due giornate del workshop, ovvero “per la nostra azienda è fondamentale mettere al centro le persone”. Domenico Mastrolitto, infine, ha raccontato il caso del Campus Bio Medico esempio di eccellenza nel campo dell’innovazione sociale.

Da Tommaso Ramus sono state analizzate le sfide che dal punto di vista strategico e organizzativo devono affrontare le aziende che vanno verso l’ibridizzazione sottolineando come sia fondamentale che “le imprese sociali evitino il mission drift, ovvero di perdere di vista la propria missione”.

La parte conclusiva del workshop è stata dedicata alla presentazione di progetti ed esperienze nel campo dell’innovazione sociale. Francesco Di Perna, Vice President - Open Access - Operations Management di Telecom Italia, ha illustrato il progetto crowd tech realizzato con ELIS in Sardegna, Ernesto Albanese, Presidente L’Altra Napoli Onlus, ha presentato i progetti portati avanti nel difficile Rione Sanità a Napoli e Laura Bongiovanni, Presidente Associazione Isnet, ha presentato i risultati sull’indagine del social procurement

Partner dell’iniziativa Social Innovation & Social Entrepreneurship sono stati eFM, UCID-Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti, Softlab, Primedata.

Riferimenti:
Approfondimento sull'evento

Ospitalità e accoglienza alla Fiera organizzata dalle studentesse

18 Apr 2016 - 18:00

Sabato 16 aprile le alunne dell’Istituto Enogastronomico SAFI ELIS hanno realizzato – nei locali della scuola – la Fiera dell’ospitalità, in continuità con il seminario (avente lo stesso tema) dello scorso ottobre.

I 200 visitatori della Fiera hanno potuto visitare i padiglioni delle diverse nazioni del mondo realizzati dalle ragazze del primo anno (dalla Nigeria al Brasile al Regno Unito, senza tralasciare l’Italia), conoscere i rituali di ogni popolo al momento di accogliere un ospite nel proprio Paese o nella propria casa, e degustare alcuni prodotti tipici (il cozonac rumeno o un cocktail al tamarindo brasiliano).

Le ragazze del quarto hanno idealmente portato gli ospiti nel passato, nel mondo dell’Odissea, e attraverso una coreografia hanno fatto conoscere loro le tre figure femminili che, in modo diverso, hanno accolto Ulisse nel suo avventuroso viaggio di ritorno in patria dopo la guerra di Troia: Circe, maga e manipolatrice, che attraverso un incantesimo ha cercato di legare a sé Ulisse; Calipso, dea immortale e ammaliatrice, che con le sue seduzioni e dolcezze ha tentato di trattenere accanto a sé lo straniero; e infine Nausicaa, che offre cibo, abiti e ospitalità al viaggiatore ma senza volerlo così dissuadere dal suo progetto di tornare in patria.

Attraverso un gioco ideato dalle alunne della classe terza, gli ospiti hanno potuto anche “vestire i panni” di un immigrato che sbarca in Italia, percorrendo insieme a lui le tappe previste dal nostro Paese per ottenere il permesso di soggiorno, ma anche immedesimandosi nelle sue emozioni: la paura al momento dello sbarco, la tristezza di fronte alle difficoltà e infine la gioia al raggiungimento del risultato.

Sempre al tema dell’integrazione è stato dedicato il padiglione realizzato dalle ragazze della terza, che – dopo aver studiato la piramide alimentare della dieta mediterranea – hanno provato ad inserirvi anche degli ingredienti o delle materie prime provenienti da altri Paesi del mondo, quali il cous cous o la papaia, per poi arrivare alla conclusione che l’integrazione tra culture e religioni diverse è facilitata dall’alimentazione e dalla condivisione dei cibi.

La Fiera si è poi conclusa con il padiglione delle ragazze del quinto anno, che hanno affrontato il tema del turismo responsabile e sostenibile, mettendo a confronto l’enologia biologica e biodinamica francese ed italiana. Le studentesse hanno simulato un servizio nella sala di un ristorante di un gite rural a marchio turismo sostenibile, esponendo – in lingua francese e italiana – le caratteristiche e le peculiarità di due diversi vini, che poi gli ospiti adulti hanno potuto degustare ed apprezzare.

Riferimenti:
Istituto Alberghiero SAFI ELIS
 

In Maremma calcio, amicizia, valori e divertimento

18 Apr 2016 - 17:30

Sedici squadre, centonovanta ragazzi tra i 12 e 13 anni provenienti da 13 città (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Catanzaro, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Sesto San Giovanni, Torino e Verona) hanno partecipato al torneo di calcio a 5 “Champions Club Italia 2016".

L’evento organizzato dalla Scuola Sportiva ELIS in collaborazione con l'azienda ADS, Assembly Data System S.p.A si è svolto dal 22 al 25 aprile 2016 a Scarlino inToscana, al Villaggio Vacanze “Casa in Maremma”, in località Castellina.

Alla base dell’evento il progetto formativo “Club”, rivolto a preadolescenti e adolescenti, che ha lo scopo di fornire una formazione integrale ai ragazzi attraverso un uso intelligente del tempo libero (attività extrascolastiche pomeridiane, week-end e periodi di vacanza), per aiutare i ragazzi a diventare persone oneste, che sanno lavorare e aiutare gli altri.

Ad aggiudicarsi l’edizione 2016 della Champions Club Italia è stato il "Tiber Club" di Roma.

Riferimenti:
Scuola sportiva ELIS

Il 6 e il 7 aprile Be Digital Hackathon

4 Apr 2016 - 13:30

Il 6 e il 7 aprile al Centro ELIS si è tenuto il Be Digital Hackathon, la maratona digitale nel corso della quale sono state sviluppate le migliori idee di innovazione presentate in questi mesi sulla piattaforma di crowdsourcing ideata da ELIS ed Enel per favorire la diffusione della cultura digitale all’interno delle imprese.

I centoventi partecipanti, studenti universitari e professionisti del settore, divisi in gruppi hanno realizzato i prototipi nei Digital Lab grazie alle tecnologie all’avanguardia e alle strumentazioni di ultima generazione messe a disposizione da ADS, Cisco, Eurotech, IBM, Indra,Tecnorad. Le soluzioni proposte risponderanno alle sfide d'innovazione lanciate dalle aziende partner nei seguenti ambiti:

Smart Home (A2A, Acea, Indra, Iren, Mediaset, SKY, Vodafone); Smart City (BT, EY); Smart Manufacturing (Cisco, Galata, Sirti, TIM); Digital Education (Creval, Enel); Employee Engagement (Avaya, Barilla, PWC). 

Nella giornata del 7 aprile la commissione esaminatrice dopo la visita ai laboratori digitali ha valutato i progetti e decreterà i vincitori.

Formazione e lavoro con NTT Data

1 Apr 2016 - 10:00

Venerdì 25 marzo si è conclusa la prima fase del Talent Camp NTT Data, il programma formativo in ambito tecnologico promosso da NTT Data Italia in collaborazione con ELIS rivolto a neolaureati interessati al mondo dell’informatica e desiderosi di trasformare la loro passione in professione.

Terminati i due mesi di formazione in aula i partecipanti svolgeranno ora un tirocinio di quattro mesi negli uffici di Roma e Milano di NTT Data. Con l'obiettivo di incrementare il proprio organico nell'area Business Intelligence, NTT Data Italia ha finanziato 10 borse di studio per la formazione di giovani che vogliono iniziare la loro carriera professionale nel settore ICT.

I Talent Camp dell’ELIS rappresentano per le aziende consorziate un efficace strumento di formazione, attraverso programmi personalizzati e in grado di rispondere ad esigenze specifiche, raggiungendo target diversi e affrontando temi innovativi.

Forum Internazionale Incontro Romano

1 Apr 2016 - 10:00

Home-made happiness: la felicità fatta in casa” è stata la tematica affrontata in occasione della XXVI conferenza annuale “Incontro Romano”, che si è tenuta lo scorso martedì 22 marzo, presso la sede Eataly di Roma.

Il forum internazionale dell'Associazione Centro ELIS coinvolge ogni anno studentesse e giovani professioniste, provenienti da diversi Paesi del mondo, interessate ad approfondire temi riguardanti il ruolo della donna nelle professioni di cura della persona. L’edizione 2016 ha previsto due momenti: la conferenza sull'architettura sostenibile, tenuta dall’architetto Loreto Spà, e la Fiera Internazionale del Servizio.

Le studentesse dell’Istituto Alberghiero Enogastronomico SAFI ELIS, hanno scelto di dedicare il proprio stand a “L'arte del riciclo: l'economia inizia in casa" dove sono state esposte creme di bellezza realizzate con scarti alimentari o semplici ingredienti (fondi di caffè, yogurt, miele, sale fino), e bottiglie di plastica trasformate in simpatici contenitori o decorazioni. L’obiettivo dell’iniziativa: dimostrare come ciò che si possiede a casa può divenire una nuova risorsa da riutilizzare per creare “prodotti fai da te” e la loro realizzazione può favorire la collaborazione tra i membri della famiglia.

Protocollo d’intesa con la Comunità Montana Castelli Romani

31 Mar 2016 - 15:30

Collaborare per sensibilizzare attivamente sui temi della formazione e del lavoro. Questo il primo degli obiettivi fissati dal protocollo d’intesa siglato, lo scorso 24 marzo, dalla Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini con il Consel- Consorzio ELIS.

L’obiettivo del protocollo è quello di attivare una partnership attraverso la quale promuovere attività informative e di sensibilizzazione sui temi della Formazione e del Lavoro, nei 13 comuni che compongono la Comunità Montana. Il primo ambito di collaborazione individuato riguarda il Contratto di Apprendistato con l’obiettivo di:

- valorizzare gli aspetti formativi come leva di sviluppo delle competenze degli apprendisti e quindi dell’azienda

- presentare le opportunità di formazione finanziata per le aziende del territorio

La formazione professionale così come lo sviluppo di una nuova cultura del lavoro, sono fattori determinanti per la crescita non solo economica ma anche sociale di un territorio” afferma il Presidente della Comunità montana Damiano Pucci. “Per questo abbiamo voluto avviare una collaborazione con la rete ELIS che da anni si occupa di queste tematiche, per offrire alle realtà produttive della nostra area ulteriori opportunità per migliorare la qualità del loro operato”. L’accordo tra l’Ente montano e il Consorzio ELIS si concretizzerà nei prossimi mesi attraverso iniziative specifiche quali ad esempio l’organizzazione di seminari e workshop ma anche di momenti di incontro e dialogo tra imprese del territorio e giovani professionisti. Particolare attenzione sarà inoltre rivolta ai neo assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, per i quali si potranno attivare percorsi formativi gratuiti.

Leggi l'articolo de Il Giornale della Provincia

Il cambiamento aiuta a crescere

25 Mar 2016 - 11:30

Il 10 e 11 marzo presso la sede romana di Monte dei Paschi di Siena, si è tenuta la quinta sessione del programma interaziendale di lavoro-formazione “Employability 2.1”.

Testimonal, di questi due giorni dedicati al tema “Managing Your Bosses”, sono stati Alessandro Rampolla, direttore generale del Centro ELIS, e Marco Bianco, responsabile del dipartimento operativo di rete per l’area territoriale centro e Sardegna della banca MPS.

«Fiducia nel cambiamento» questo il messaggio di Alessandro Rampolla che ai ragazzi ha raccontato come abbia attraversato il cambiamento passando da una realtà lavorativa ad un’altra, affrontando di volta in volta un nuovo contesto professionale, un nuovo ambito di business e diverse posizioni, accogliendo sempre di buon grado nuove sfide e sfruttando il cambiamento come catalizzatore di crescita e maturazione. 

Non sono mancati i consigli: “Renditi indispensabile per il capo: cerca di fornire un valore aggiunto, offrendo il tuo punto di vista, mostrando coraggio, determinazione e volontà realizzatrice nell’espressione del tuo pensiero”.

Nella seconda giornata in aula Marco Bianco che, dopo un breve excursus sulla sua carriera professionale, si è concentrato sulla tematica della gestione del capo e sulla relazione capo-collaboratore. Nel contesto attuale in cui il capo deve relazionarsi con più persone, ha più responsabilità e meno tempo a disposizione per i membri del team, è necessario che il collaboratore fornisca un contributo concreto al raggiungimento degli obiettivi del capo e che si crei una relazione professionale e di fiducia tra questi due attori.

Riferimenti:
Employability20

Pagine