home / Si conclude la

Si conclude la Winter School 2021 di Junior Consulting: l’action learning per i giovani che vogliono entrare nel mondo della consulenza aziendale

Gli aspiranti consulenti a tu per tu con grandi aziende internazionali per
confrontarsi sul futuro dei rispettivi settori.

È giunta al termine la prima fase dell’evento di formazione nell’ambito della consulenza aziendale, che si è svolta online dal 13 al 16 dicembre. Al centro del programma le cinque CEO Live Case a cui hanno preso parte Campari, Acea, Generali, A2A e Sky.

“Con questa serie di incontri vogliamo stimolare i ragazzi a pensare fuori dagli schemi. Il fatto di non avere ancora una visione influenzata dall’esperienza può essere una grande risorsa per le aziende, che in questo modo possono contare su idee originali e autenticamente innovative”, ha dichiarato Luigi de Costanzo, Direttore di ELIS Innovation Hub.

Per questa edizione della Winter School, trenta studenti desiderosi di mettersi alla prova nel mondo della consulenza hanno ascoltato gli interventi di sette CEO e Top Manager di aziende partner ELIS. I relatori hanno ripercorso la propria esperienza lavorativa e le

competenze acquisite nel tempo per arrivare a ricoprire i ruoli attuali. Hanno inoltre raccontato le trasformazioni avvenute nel settore in cui operano, fornendo ai ragazzi modelli valoriali e professionali per la propria carriera.

Il ciclo di incontri ha offerto ai partecipanti la possibilità di costruire competenze verticali e applicarle sul campo in collaborazione con le aziende, per rispondere alle sfide di un mondo del lavoro in costante cambiamento.

Un futuro ricco di opportunità

Secondo “The Future of Jobs Report 2020le skills professionali più richieste entro il 2025 saranno l’attitudine al pensiero critico, analitico e innovativo, l’active learning, la capacità di leadership, il problem solving, il creative thinking e il personal branding. Competenze già oggi molto ricercate dal mercato ma, come hanno sottolineato i referenti aziendali presenti agli incontri, ancora piuttosto difficili da reperire.

Lo scenario che si apre è dunque ricco di opportunità per i giovani professionisti che aspirano a lavorare come consulenti. Tutte le CEO Live Case hanno sottolineato l’importanza di confrontarsi con risorse nuove, capaci di portare una reale innovazione, non ancora condizionata dalla visione aziendale.

“Solo un approccio imprenditoriale può garantire un reale coinvolgimento di tutte le persone che fanno parte di un progetto. Il mio consiglio a chi è agli inizi di un percorso di carriera è quello di allenare sempre il pensiero laterale e non avere paura di proporre soluzioni alternative. È questo ciò che fa la differenza”, ha affermato Andrea Duilio, Chief Executive Officer presso Sky Italia.

La seconda fase del progetto

Al ciclo di incontri di formazione intensiva seguirà un’esperienza reale su un progetto di consulenza, a cui potranno accedere i partecipanti che avranno superato un’ulteriore selezione e che potranno apprendere i principi del project management per l’utilizzo delle metodologie e degli strumenti per la gestione efficace dei progetti.

Le competenze acquisite preparano all’inserimento in un team di consulenza di ELIS Innovation Hub e allo svolgimento di un progetto in un ambito tra sviluppo di prodotti e servizi innovativi, efficientamento dei processi, analisi dati e business intelligence, e sviluppo software.


Il periodo di lavoro sul progetto di consulenza potrà poi essere convalidato dall’università dei partecipanti in qualità di tirocinio formativo e diventare argomento della Tesi di Laurea.

Scopri di più su Junior Consulting.

{{ header.title}}