prova
Home | Senza categoria | HR Academy – Incontro col Maestro Daniele Agiman

25 Ottobre 2022

HR Academy – Incontro col Maestro Daniele Agiman

Una lezione interdisciplinare, per evidenziare i punti di incontro tra direzione d’orchestra e Risorse Umane

Mettere da parte ogni preconcetto e imparare ad ascoltare: questo è il segreto più importante per riuscire a coordinare al meglio un gruppo di lavoro, a prescindere dal settore o l’ambito professionale. Parola del Maestro Daniele Agiman, Professore di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e musicista di fama internazionale. Durante la sua lezione in ELIS, Agiman ha raccontato la propria esperienza di direttore d’orchestra: ha condiviso i problemi, le piccole paure e gli imprevisti che caratterizzano la sua attività. Ma soprattutto ha creato un ponte tra la musica e le Risorse Umane, individuando alcuni elementi fondamentali per chiunque si ritrovi a lavorare insieme ad altre persone.

La testimonianza del Maestro Agiman

“Quando si parla di persone che hanno a che fare con gruppi di lavoro, si parla di relazioni – ha spiegato Agiman – L’esperienza di fare le cose insieme ha sempre a che fare con le relazioni e le relazioni sono strettamente legate alla percezione. Quando siamo capaci di percepire, creiamo i presupposti per una relazione sana, produttiva, efficace”. Per questo un direttore d’orchestra deve essere in grado di ascoltare intenzionalmente: di tenersi sempre aperto a tutto ciò che gli succede intorno. E questo vuol dire anche accogliere l’imprevisto: come opportunità di vivere un’emozione inaspettata, di rompere la routine e vivere qualcosa di inedito ogni giorno.

“Un direttore d’orchestra deve creare le condizioni perché il suo gruppo raggiunga un punto a cui non era consapevole di potere arrivare – ha proseguito Agiman – Non deve imporsi, deve ascoltare e dare l’inclinazione giusta affinché il gruppo vada naturalmente oltre i propri limiti. Questa secondo me è l’essenza della leadership: dell’autorevolezza senza autorità”. E poi la necessità di tenere conto dell’aspetto professionale, ma anche di quello privato: “Un direttore condivide uno spazio di socialità che spesso è quello primario di tutto il suo gruppo – ha concluso Agiman – Basta pensare a quante ore passiamo sul posto di lavoro per capire l’impatto che un leader può avere sulla vita del suo gruppo. E questa è una responsabilità straordinariamente importante”.

Lavorare nelle relazioni

Lavorare nelle relazioni è l’essenza dell’attività HR ed è un elemento fondante dell’ELIS nella sua totalità: un ecosistema di enti e realtà che costruiscono nuove relazioni ogni giorno, creando ponti tra persone e opportunità (clicca qui per saperne di più e leggere il Report Sociale ELIS 2022).

Gli studenti della HR Academy ELIS si stanno specializzando proprio per imparare a coordinare gruppi di lavoro all’interno di grandi e piccole imprese: dalle conoscenze tecniche e le competenze progettuali a tutte le soft skills necessarie. Parafrasando il Maestro Agiman, gli studenti si stanno preparando per diventare dei punti di riferimento: per trovare un punto comune tra le esigenze del singolo e quelle dell’azienda. Per preparare istruzioni chiare e lasciare al tempo stesso il giusto livello di iniziativa al gruppo. Perché un grande direttore si vede anche dalla sua capacità di lasciare libertà dentro la disciplina.

Clicca qui per scoprire di più sulla HR Academy di ELIS

Condividi