avel

Amici e Volontari ELIS

Una squadra speciale che ci permette di andare oltre

Tutte le attività di ELIS mirano innanzitutto a sostenere la persona nella realizzazione del suo progetto di vita, offrendogli una formazione di qualità e opportunità occupazionali alle quali avrebbe altrimenti difficile accesso.

In situazioni di fragilità economica e sociale, disoccupazione e altre condizioni che ostacolano lo sviluppo della persona, l’impegno di ELIS si estende anche a iniziative sociali a supporto dei singoli individui e delle loro famiglie. Altre iniziativa, come il Doposcuola di Quartiere, rispondono ai bisogni di interi gruppi di persone sul territorio.

È l’azione generosa ed efficace dei nostri volontari che consente di realizzare tutto questo. Ex studenti e sostenitori di ELIS che decidono di mettere le loro competenze e un po’ del loro tempo al servizio degli altri.

Vuoi diventare anche tu amico e sostenitore di ELIS?   Scrivici a sostienici@elis.org

Fondo Prestito d’Onore

Tra le attività create e gestite dall’Associazione AVEL c’è il Fondo per il Prestito d’Onore, che viene concesso agli studenti non in grado di sostenere le spese di frequenza, in modo tale che a nessuno sia impedito l’accesso alla formazione. A differenza di altre forme di supporto economico allo studio, il Prestito d’Onore responsabilizza la persona che lo riceve e la sprona ad affrontare con impegno la costruzione del proprio futuro professionale.

DONA A FAVORE DEL FONDO PRESTITI D’ONORE

Regole di deducibilità

I donativi a favore dell’Associazione Centro ELIS e dell’Associazione Amici e Volontari ELIS (AVEL) godono dei benefici fiscali previsti per le ONLUS. Per le persone fisiche la deduzione può arrivare fino al limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 € annui. Per le persone giuridiche la deduzione è fino al 2% del reddito di impresa dichiarato.

 

Documentazione da conservare per godere dei benefici fiscali

Per godere dei benefici fiscali è sufficiente conservare l’attestazione di pagamento, se rispetta quanto previsto dalla legge: “le erogazioni devono risultare dalle ricevute di versamento postali o bancarie, che attestano le generalità del soggetto erogante, l’importo versato, la data e il nome dell’organizzazione che riceve il contributo” (art. 83 del D.Lgs. 3.7.2017 n. 117 – Codice del Terzo Settore).

Per ottenere ulteriore ricevuta da ELIS (necessaria a fini fiscali solo nel caso di assegno bancario), bisogna inviare all’indirizzo di posta elettronica sostienici@elis.org le seguenti informazioni: 1) ragione sociale dell’azienda o il proprio nome e cognome, 2) codice fiscale, 3) indirizzo postale, 4) indicazione della cifra donata, 5) modalità e data di avvenuto pagamento, 6) causale del donativo.

Non è mai possibile ottenere ricevuta valida ai fini fiscali a fronte di contributi in contanti. La legge prevede la concessione di benefici fiscali sia per le persone fisiche che per le società e gli altri enti soggetti a IRES, purché le donazioni siano eseguite tramite strumenti tracciabili (carte di debito e di credito, carte prepagate, bonifici bancari, bollettini postali, assegni bancari e circolari etc.).

 

Riferimenti normativi per le persone fisiche

  • Onere per il quale è riconosciuta una detrazione d’imposta ai sensi dell’art. 15 comma 1.1 del D.P.R. 22.12.1986 n. 917, nei limiti e alle condizioni ivi previste
  • Onere deducibile dal reddito complessivo ai sensi dell’art. 14 del D.L. 14.3.2005 n. 35, convertito in L. 14.5.2005 n. 80, nei limiti e alle condizioni ivi previste

 

Riferimenti normativi per le persone giuridiche

  • Onere deducibile dal reddito d’impresa ai sensi dell’art. 100 comma 2 lett. a) e h) del D.P.R. 22.12.1986 n. 917, nei limiti e alle condizioni ivi previste
  • Onere deducibile dal reddito d’impresa ai sensi dell’art. 14 del D.L. 14.3.2005 n. 35, convertito in L. 14.5.2005 n. 80, nei limiti e alle condizioni ivi previste

Potrebbe interessarti anche