home / Education & Training / IeFP / Operatore informatico

Operatore informatico

L’operatore informatico interviene a livello esecutivo nel processo lavorativo con autonomia e responsabilità limitate a ciò che prevedono le procedure e le metodiche della sua operatività.

Le competenze tecnico-professionali dell’Operatore Informatico, pur nel rispetto degli standard di riferimento, sono state articolate in modo da far esercitare gli allievi in una ampia e diversificata gamma di compiti professionali spendibili in molteplici tipologie di studi professionali e di medio/piccole realtà produttive di Roma e provincia.

In particolare il corso è suddiviso in diversi moduli su tre macro-aree:

  • Hardware e Software
  • Netwoking
  • Data Management.

Secondo il report “Previsione dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia e medio termine” (2019-2023) condotta da Unioncamere il settore informatico richiederà un fabbisogno di occupati intorno ai 40 mila unità, ma con le competenze previste per il corso, gli studenti in uscita potranno anche inserirsi in altri settori quali: servizi dei media e comunicazioni, nonché servizi di supporto alle aziende quali gestione dati e supporto informatico.

La digitalizzazione documentale e l’informatizzazione della pubblica amministrazione (e-government), che trova con l’utilizzo del Web lo strumento di scambio efficiente e rapido dei documenti, attraverso procedimenti con sistemi digitali, impone ormai a tutte le realtà produttive di utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT). Ciò apre notevoli opportunità ai giovani formati con il profilo proposto oltre il settore tipico dell’assistenza tecnica.

L’indagine di follow–up sui percorsi di operatore elettronico (corso molto affine per competenze sviluppate rispetto all’operatore informatico) conclusi lo scorso anno formativo,  realizzato tramite interviste telefoniche e contatti diretti e stabili sia con ex allievi che con le aziende, evidenzia che, in sintonia con le finalità della sperimentazione dei percorsi triennali nell’ambito dell’istruzione e formazione professionale, l’intervento proposto crea una valida alternativa per quei giovani che la scuola non riesce a valorizzare e funziona, al tempo stesso, quale strumento di prevenzione del disagio e della disoccupazione giovanile. 

{{ row.title }}

{{ header.title}}