Insegnamento innovativo

Gli insegnanti diventano agenti di cambiamento

Teaching Revolution è rivolto a docenti e aspiranti docenti che vogliono migliorare i sistemi scolastici.

Da docenti a change maker teacher

4 parole chiave

Teaching Revolution punta a sviluppare e ampliare le competenze digitali e gestionali dei partecipanti. Al termine del programma, i docenti e gli aspiranti docenti diventano veri e propri change maker teacher: agenti di cambiamento all’interno del sistema scolastico.

Competenze

Acquisire competenze digitali e gestionali, per rispondere alle nuove necessità del lavoro di docente.

Scopo

Creare ambienti di apprendimento che mettano al centro i bisogni motivazionali degli studenti.

Sviluppo

Progettare una didattica che coltivi le competenze professionali degli studenti.

Consapevolezza

Ridurre il divario tra giovani e lavoro, orientare gli studenti alle professioni del futuro.

Status e competenze

Obiettivi formativi

  1. Aumentare la reputazione del docente scolastico
    Un adeguato status degli insegnanti nella società è essenziale per migliorare i risultati scolastici del Paese. Il programma sostiene un’attività di sensibilizzazione verso società, istituzioni, opinione pubblica, famiglie, docenti e studenti.
  2. Formare docenti e giovani aspiranti docenti alla didattica del futuro
    Il progetto intende far acquisire ai partecipanti conoscenze, competenze tecniche e trasversali, metodologie e strumenti utili per lavorare sulla propria consapevolezza, mettendo al centro il bisogno dello studente e la capacità di creare ambienti di apprendimento che favoriscano la risposta a tale bisogno.

Formazione e azione

Programma didattico

DEF - cerchi

La fase I, attraverso l’erogazione di cinque moduli formativi, permette ai partecipanti di sviluppare le competenze fondamentali per un change maker teacher: flessibilità al cambiamento, ascolto attivo, capacità relazionale, comunicazione efficace, gestione del gruppo e collaborazione. Durante la fase di Training & Lab, ai docenti e aspiranti docenti vengono trasferiti strumenti digitali utili per la didattica: da Miro e Mural a Canva e Niprod, passando per piattaforme realizzate ad hoc dalle aziende partner del progetto.

La fase II si pone l’obiettivo di mettere in pratica gli strumenti e le metodologie didattiche apprese nella prima fase di progetto nel proprio contesto scolastico e con i propri studenti. Di favorire la condivisione dell’esperienza, attraverso incontri di peer mentoring tra le diverse scuole coinvolte.

Approccio e metodo

La rivoluzione parte dai docenti

Giuseppina Califano, HR Training & Development ELIS, illustra le caratteristiche principali di Teaching Revolution.

Valutazione d’impatto

Numeri 2022-2023

6

Regioni

9

Istituti scolastici

18

Docenti

7

Aspiranti docenti

52

Ore di formazione

Aziende aderenti

Teaching Revolution contatti
Teaching Revolution contatti
Contatti

Vuoi saperne di più?

Contattaci via mail per avere tutte le info di cui hai bisogno.