Doposcuola

Al suono della campanella a fine mattinata per gli adolescenti si apre quello spazio in cui mettere i primi mattoni del loro futuro e anche un’occasione per educarli a conoscere se stessi e gli altri attraverso idee che favoriscano e allenino le loro capacità sociali, culturali, spirituali e sportive.

Educazione, sport e lavoro: tre strade da percorrere

Il progetto del Doposcuola nasce dall’idea di offrire ai ragazzi del quartiere un’alternativa alla strada. Migranti da tutto il mondo, ragazzi delle Case Famiglia, persone ai margini che rischiano di imboccare il sentiero sbagliato. ELIS si rivolge a tutti loro e lo fa senza retorica.

Il sogno di san Josemaría era che ELIS potesse parlare a tutte le periferie del mondo. Oggi le periferie non sono più solo geografiche ma sempre più spesso esistenziali, e si creano dove le persone non hanno la possibilità di formarsi e di guardare al lavoro e al loro futuro nel modo che vorrebbero.

Il doposcuola, inoltre, in base all’ Accordo Operativo con l’USSM Ministero della Giustizia, collabora ufficialmente con l’Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni per l’organizzazione di attività socialmente utili, previste nell’ambito di programmi in favore di minori e giovani sottoposti a provvedimento dell’Autorità Giudiziaria minorile.

{{ row.title }}

{{ header.title}}