Apr. 2017 – Feb. 2021

Agricolture Durable

Il progetto mira a rafforzare lo sviluppo delle catene di valore nei settori agricoli e agroindustriali della Tunisia, tenendo presente il modello italiano di sviluppo delle PMI e delle filiere d’impresa.

Obiettivi Agenda ONU 2030

Il Progetto risponde ai seguenti Sustainable Development Goals

Attività

Il nostro impegno

DEF - cerchi sottili
Meccanizzazione agricola

Consolidamento della gestione tecnico-amministrativa e della meccanizzazione agricola per rafforzare le attività locali.

Imprenditoria giovanile

Sperimentazione di modelli di impresa sociale, agricola, a sostegno dei nuovi imprenditori.

Imprenditorialità agricola

Potenziamento dei servizi di imprenditorialità nei settori: latte, olio d’oliva, frutta, datteri, agrumi, cereali.

Competenze tecniche

Consolidamento e promozione di tecniche di irrigazione sostenibili, attraverso soluzioni condivise sul modello italiano.

Cooperazione e supporto

Promozione di un approccio cooperativo tra imprese profit e soggetti senza scopo di lucro.

Approccio partecipativo

Promozione di partenariati tra pubblico-privato (blending) per generare un approccio multistakeholder.

Agricolture Durable

Il nostro contributo

+20%

Produttività delle imprese

+3%

Reddito medio generato

60

Nuovi posti di lavoro creati

30

Imprese giovanili sovvenzionate

4

Reti di impresa avviate

1

Centro Multiservizi

Agricolture Durable

Approfondimenti

DEF - cerchi sottili
Tunisia

La Tunisia una superficie di 163.610 km² e conta una popolazione di 12 milioni di persone. Le lingue maggiormente parlate sono l’arabo, il francese e il berbero, la religione principale è l’Islam.

Panoramica socioeconomica

La Tunisia è uno tra i maggiori esportatori di olio d’oliva e datteri ed è il primo paese africano ad aver adottato misure per ridurre diseguaglianze di genere. Il 15,5% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà.

Difficoltà per i giovani

Gli ostacoli principali che limitano l’imprenditorialità giovanile nel settore agroindustriale tunisino sono la difficoltà di accesso al credito per l’avvio di nuove attività imprenditoriali agricole e la scarsità di qualificazione tecnica e manageriale.