Dic. 2016 – Dic. 2018

Richesse ivorienne

Il progetto promuove lo sviluppo socio-economico dei giovani in Costa d’Avorio, contrastando la disoccupazione e la migrazione irregolare con formazione professionale e supporto all’imprenditoria. 

Obiettivi Agenda ONU 2030

Il Progetto risponde ai seguenti Sustainable Development Goals

Attività

Il nostro impegno

DEF - cerchi sottili
Offerta formativa

Erogazione di Corsi basati sulle esigenze del mercato locale per rafforzare l’offerta formativa.

Imprenditoria giovanile

Sostegno tecnico, amministrativo e finanziario a disposizione dell’imprenditoria giovanile locale.

Opportunità professionali

Collaborazione tra enti, imprese e istituzioni, per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Inserimento lavorativo

Organizzazione di un sistema di profilazione professionale, una piattaforma web dedicata e Career Days.

Tutoraggio personalizzato

Supporto uno a uno, per mettere in evidenza i punti di forza e i talenti di ogni beneficiario.

Consapevolezza sui diritti

Sensibilizzazione sui rischi della migrazione irregolare e sull’importanza dei diritti umani.

Richesse ivorienne

Il nostro contributo

-25%

Giovani migranti nell’area target

+5%

Reddito pro-capite medio annuo

604

Giovani formati

10

Imprese giovanili avviate

Richesse ivorienne

Approfondimenti

DEF - cerchi sottili
Il Paese

La Costa d’Avorio conta 24 milioni di abitanti su una superficie di 322.460 km². La lingua più diffusa è il francese, affiancato da più di sessanta dialetti autoctoni. Le religioni principali sono l’Islam, il Cristianesimo e alcune credenze indigene.

Condizioni socioeconomiche

La popolazione ivoriana che vive al di sotto della soglia di povertà è il 46.3%. Il 42% della popolazione vive con meno di due dollari al giorno e il tasso di alfabetizzazione è inferiore al 50%.

Disoccupazione giovanile

La disoccupazione giovanile in Costa d’Avorio è causata da diversi fattori, tra cui: recessione economica del Paese, forte instabilità geopolitica, carenza di un’adeguata offerta formativa, gap tra percorsi di formazione e competenze richieste dal mercato locale.